Come Raccogliere i Semi

Le annuali completano il loro sviluppo in un’unica stagione, non hanno un’altra possibilità di consolidare la loro posizione e di abituarsi a fattori non proprio congeniali alla loro crescita, hanno quindi bisogno di qualche attenzione in più per regalarci una fioritura prolungata, mantenendosi compatte e ben accestite. Vediamo in questa mia breve guida come poter raccogliere i semi per l’anno successivo.

Allo stato spontaneo tutte le piante fioriscono, fruttificano e si producono per seme. quando esso è maturo cade dalla pianta e finisce nella terra, che lo accoglie, proteggendolo dai freddi invernali fino alla primavera successiva, quando il clima sarà favorevole alla germinazione. Il solo fatto che una pianta produca semi, in genere presuppone che sia stata fecondata da un’altra pianta della stessa specie e dello stesso genere.

Noterai quindi che per questo motivo le piante non sono mai uguali alla madre, ma hanno caratteristiche intermedie, ereditate dai due genitori, esattamente come capita per gli animali. Prima di tutto devi avere a disposizione piante adulte dalle quali potrai effettuare la raccolta dei semi, lasciando maturare sulla pianta alcun frutti. Se la pianta è di taglia piccola, come per esempio il Dianthus o le Tagette, sarà sufficiente che tu fissi ad un rametto un sacchetto di carta, collocandolo sotto il frutto.

Facendo questa operazione, quando il frutto si aprirà, i semi cadranno direttamente nel sacchetto, senza sprechi e facilitando l’operazione. Se, invece hai una pianta di taglia alta, tipo la Dalia dovrai avvolgere il frutto con carta trasparente e forata, legando con un cordoncino, così potrai raccoglierli in un attimo. Ricordati che l’aria e la luce sono indispensabili alla maturazione del seme che non potrebbe essere raggiunta se avvolto in un involucro buio e tutto chiuso. I semi vanno conservati in luogo fresco e aerato, ma a volte, si deteriorano ugualmente. Per vedere se sono vitali puoi procedere alla pregerminazione e, se i risultati son soddisfacenti, i semi potrai utilizzarli per la semina.

Come Fare la Raccolta Differenziata

La raccolta differenziata è fondamentale, sia in paesini che in grandi metropoli, per raccolta differenziata s’intende che ogni cittadino, ogni famiglia, deve differenziare una tipologia di rifiuto dall’altro e quindi separarla, è necessario che ogni membro della famiglia capisca l’importanza di differenziare i rifiuti, segui la mia guida…
Come Fare La Raccolta Differenziata

Esistono cinque tipi di bidoni, ogni bidone ha un colore diverso. Nel bidone blu va buttato tutto ciò che riguarda vetro, lattine e plastica ad esempio potete buttare bottiglie in vetro e plastica, bicchieri, anche contenitori di detersivi, lattine di tonno, pelati, bibite, prodotti per l’igiene di casa e persona e anche i tubetti metallici, vaschette e fogli di alluminio.

Nel bidone marrone verrà raccolto l’umido biodegradabile. Ricordate che per umido biodegradabile s’intendono tutti gli avanzi di cibo i fondi di caffè la cenere di caminetti, gusci di uova e cozze e vongole, naturalmente anche tutti gli scarti di cucina, tovaglioli sporchi pane vecchio e ossa di piccole dimensioni ed anche escrementi di animali domestici.

Esiste anche il bidone giallo ch raccoglie la carta, anche volantini pubblicitari, riviste e quaderni. Contrariamente il bidone verde raccoglie il secco non riciclabile, in questo bidone rientrano tutte le buste di latte, succhi, besciamella, panna, anche spazzolini da denti, rasoi usa e getta floppy disc, cdrom, dvd penne pennarelli, nello stesso bidone andranno buttati sia giocattoli che nastro isolante ma anche mozziconi di sigarette, accendini.

Come Scegliere e Stendere Fondotinta

Rappresenta la base del make up, una sorta di barriera uniformante, che ci consente di avere un’incarnato omogeneo e luminoso, camuffando imperfezioni della pelle come brufoletti, macchie e rughe. Parliamo del fondotinta, che in commercio è presente in 3 versioni: liquido, compatto o in polvere libera. Ma come fare per scegliere quello che più si adatta alle nostre esigenze? Non è così semplice come sembra, centrare il colore giusto e molte volte, ci ritroviamo a casa, una volta acquistato il prodotto, di fronte ad una tonalità troppo scura o eccessivamente chiara, che poco ha a che fare con la carnagione naturale della nostra pelle.

I make up artist consigliano di provare in profumeria, spalmando una goccia di prodotto direttamente sul viso. Quindi è sbagliato farlo, come si usa in genere, sul dorso della mano o sul polso. L’ideale è stenderlo sulla zona della mascella o del mento, per capire se c’è un eventuale distacco tra l’area del viso e quella del collo. Bisogna inoltre sapere che il colore del fondotinta va scelto in base al sottotono della nostra pelle che può essere rosato, giallo oppure olivastro. Ricordate un elemento fondamentale: il fondotinta ha solo lo scopo di ricompattare la texture della pelle e uniformarne il colorito. Non quello di alterare il tono dell’incarnato!

Molte donne sono infatti convinte che grazie al fondotinta sia possibile, schiarire o scurire la pelle, soprattutto le patite della tintarella. Niente di più errato, perchè in questo modo si ottiene solo un risultato goffo e artificiale. Consideriamo anche un altro fattore importante: il fondotinta può assumere un colore diverso, sulle varie zone del viso: sulla zona occhi può risultare più chiaro, perchè questa area è più esposta alla luce solare, mentre su quella del mento e delle mascelle, può risultare più scuro perchè sono zone più in ombra.

La cosa migliore è cercare di selezionare al meglio i prodotti, fino a quando non si riesce a scovare la nuance intermedia che si amalgama perfettamente a tutto il viso. Passiamo all’argomento stesura e applicazione. Il fondotinta può essere applicato con le mani, ma le tecniche migliori sono quelle che ricorrono alla spugnetta o al pennello. Soprattutto nel secondo caso, ci troviamo di fronte ad una metodica professionale, che ci consente di distribuire al meglio il prodotto, scaldando l’incarnato e rendendolo omogeneo e uniforme.

In commercio possiamo trovare 2 tipi di pennelli da fondotinta: quello con setole a forma conica, il cosiddetto “duo fibre” e quello a setole piatte. Per quanto riguarda la stesura dei fondotinta in polvere, possono essere utilizzate sia pennelli a setole naturali che spugnette specifiche. E’ importante, fissare la nostra base, costituita da fondotinta e correttore, con uno strato leggero di cipria trasparente, che ci consente di prolungare nel tempo la durata del trucco.

Come Fare la Pulizia del Viso in Casa

Risulta essere possibile fare la maschera facciale per la pulizia del viso anche a casa, evitando di andare a spendere tanti soldi dall’estetista. Basta avere il prodotto a portata di mano, acquistabile in qualsiasi profumeria o ipermercato nell’area bellezza.

Prima di applicare la maschera per la pulizia, lavare bene il volto con acqua e sapone, meglio se un detergente a ph neutro e non aggressivo per evitare eventuali rossori ed irritazioni. Tamponare e asciugare delicatamente il viso con l’uso di un asciugamano od un telo ben puliti. Recuperare il prodotto.

Prelevarne una piccola quantità, più o meno una noce, che basta per coprire tutto il viso e metterla sulla punta delle dita della mano. Dunque cospargere il prodotto come se fosse una crema, coprendo tutto il viso e lasciando liberi il contorno occhi e il contorno labbra. Evitare di usare la maschera per la pulizia del viso in presenza di eventuali ferite.

Una volta applicata, far agire fino a quando non si seccherà completamente, di solito ci vogliono da 20 a 30 minuti a seconda del prodotto in dotazione. Durante questa fase, la maschera che in partenza era cremosa e morbida, diventerà dura e tirerà sulla pelle del viso. Per risciacquare ed asportare ogni residuo di maschera, utilizzare una spugnetta ed acqua tiepida.

Come Fare la Prova del Nove per Sottrazione

La prova del nove è un test di controllo semplice ma non sempre esatto, per verificare il risultato di una operazione aritmetica. Viene insegnata nella scuola elementare per verificare la moltiplicazione tra due numeri, ma può essere usata anche per addizione, sottrazione e divisione.

Eseguo normalmente la mia sottrazione: 958 -523 =——–435. Poi sommo tutte le cifre del resto o differenza, cioè 4 più 3 più 5 = 12. Dopo sommo le cifre del risultato così ottenuto, cioè 1 più 2 = 3. Ora faccio la prova del nove, per eseguirla devo sommare tutte le cifre del minuendo e cioè 9 più 5 più 8 = 22

Come Calcolare La Radice Quadrata Di Un Numero
Poi sommo le cifre del risultato ottenuto, ossia 2 più 2 = 4. Dopodiché sommo tutte le cifre del sottraendo e sommo il risultato ottenuto, così come ho fatto per il minuendo; faccio cioè 5 più 2 più 3 = 10. E poi 10 = 1 più 0 = 1. Arrivati a questo punto sommo le cifre ottenute dal sottraendo con le cifre del resto o differenza e cioè 3 più 1 = 4.

ra controllo che il numero ottenuto sia lo stesso ottenuto nella somma del minuendo…è 4 in tutte e due, allora ho eseguito correttamente la sottrazione! Scriverai così: 958 – 523 = 435 (tutto in colonna). Poi 958 = 22 = 2 più 2 = 4. Sotto 523 = 10 = 1 più 0 = 1. Risultato 435 = 12 = 2 più 1 = 33 più 1 = 4.