Come Cambiare l’Acqua di un Acquario Piccolo

L’acqua è ovviamente fondamentale per la sopravvivenza dei nostri pesci, bisogna quindi effettuare dei regolari cambi di acqua e ricordarsi di controllare il funzionamento dei filtri, delle pompe e di ogni altra cosa presente nell’acquario, perchè il tempo e il sale potrebbero creare dei malfunzionamenti non visibili immediatamente.

Risulta essere consigliato fare dei frequenti ma piccoli cambi di acqua, purtroppo i residui di cibo e gli escrementi dei pesci si depositano in grande quantità sul fondo e sono poi difficili da eliminare, inoltre mantenendo l’acqua pulita eviterai il rischio di malattie che sono la piaga più grande e spesso mortale per i nostri amici pesci.

Prepara una tanica per lo scarico dell’acqua e quando sei pronto inserisci il tubo di gomma dentro all’acquario dopo avere fissato la “campana” di plastica su di esso, poi aspira dall’altra estremità ed immediatamente infila il tubo di scarico nella tanica, deve essere un gesto rapido sennò rischi di bere l’acqua, dopo l’acqua inizierà a confluire nella tanica.

Tieni la campana sul fondo e con le dita dell’altra mano piega leggermente il tubo, in questo modo rallenterai lo scarico ma impedirai alla ghiaia di essere aspirata, cambia spesso posizione, più punti pulirai e più sporco verrà eliminato, negli angoli di solito ci sono i punti peggiori perchè sono raggiungibili meno facilmente.

Se lo sporco è spesso abbondante ed i test evidenziano una situazione grave dell’acqua, valuta anche l’ipotesi di eliminare un po’ di ghiaia se questa è presente in grande quantità. Quando hai raggiunto la quantità di acqua da togliere leva la campana dall’acquario e così interromperai il flusso di scarico.

Riponi gli strumenti usati ed introduci l’acqua nuova e già salata in precedenza, se è inverno magari tieni la tanica vicino al termosifone prima di introdurla; in seguito puoi approfittare per fare un po’ di pulizia del vetro e controllare se il flusso delle pompe è regolare, lava le spugne del filtro e se è presente cambia la lana bianca a protezione delle spugne stesse.

Per sicurezza puoi controllare il grado di salinità con l’apposito strumento; fatto tutto questo puoi inserire dei batteri se non lo avevi già fatto pochi giorni prima e volendo anche delle vitamine, ma questo può essere fatto anche in un secondo tempo, magari lo metti nel cibo che gli darai in seguito. Alla fine noterai che i tuoi pesci nuotano allegramente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *